Guarda nelle profondità del nostro universo

Astrofotografi che usano il astronomical seeing

L'astrofotografia utilizza metodi speciali per fotografare stelle, nebulose e altri oggetti celesti nel cielo notturno che normalmente non sarebbero visibili all'occhio umano. Questo tipo di fotografia impiega esposizioni di lungo periodo per accumulare luce e fotoni per periodi di tempo più lunghi, rendendo visibili oggetti astronomici altrimenti invisibili come asteroidi, meteore, comete e stelle variabili. In generale, gli scatti fotografici di cielo notturno a lunga esposizione non sono così semplici, poiché la Terra ruota costantemente: i telescopi e le attrezzature quindi ruotano nella direzione opposta e seguono il movimento apparente delle stelle per ottenere immagini simili a punti anziché tracciati. Ciò si ottiene usando supporti per telescopio equatoriali o telescopi altazimutali controllati da computer, per mantenere centrati gli oggetti celesti mentre la terra ruota.

Terry Corridan è uno dei tanti astronomi che usano il seeing astronomico meteoblue per fotografare le meraviglie del nostro universo dal suo osservatorio in Nuova Zelanda. Sul suo sito web, mostra un viaggio fotografico attraverso lo spazio e con le sue fotografie ci permette di vedere oggetti celesti che normalmente non possiamo vedere.

Ma cosa c'entra lo spazio con il tempo? Per scattare foto di oggetti celesti, è necessaria una chiara visibilità in modo che le foto siano nitide, poiché le turbolenze dell'aria, nonché le particelle (polvere, sabbia, ecc.) o le nuvole riducono la visibilità.

Con il astronomical seeing, meteoblue fornisce un servizio per astronomi, meteorologi e altri utenti che dipendono da una buona previsione della visibilità del cielo e delle condizioni atmosferiche nei prossimi giorni. Il astronomical seeing è iniziato nel 2005 ed è stato esteso nel 2012 con le fasi planettarie. È disponibile per tutti i posti del mondo gratuitamente per 3 giorni e per 7 giorni con point+.

Un nuovo partner nel campo dell'astronomia è Meet Star Gazers, un'app che aiuta a organizzare e partecipare ad eventi di osservazione delle stelle. L'app offre canali di messaggistica dedicati, possibilità di annotare registri di osservazione e generare isocrone guida. Meet Star Gazers fornisce informazioni meteo affidabili tra cui seeing, copertura nuvolosa in formato visivo e temperatura percepita fornita da meteoblue. L'applicazione mobile sarà disponibile su Google Play e sull'app store di Apple da metà maggio 2020.

Photo credits Terry Corridan

20200508124844_Helix-Nebulasmaller_440x220.jpg

20200508124829_astroImageGalaxy14_440x220.jpg

20200508124817_Moonsmaller_440x220.jpg

Scrivete un commento

Dovete essere registrati per commentare gli articoli