Rispettiamo la vostra privacy.

Privacy: sì! Perché allora i cookie? Semplicemente perché aiutano a personalizzare i nostri servizi per voi:

  • riducendo i clic necessari per raggiungere il contenuto desiderato ;
  • mostrando solo ciò che volete ;
  • offrendo solo pubblicità su misura ;
  • aiutandoci a finanziare un servizio meteorologico di alta qualità gratuito per tutto il mondo.

Per favore, cliccare su "Accetta e continua" per accettare i cookie, oppure scegliere di seguito per modificare vostri impostazioni dei cookie.
Potete cambiare o revocare il vostro consenso in qualsiasi momento. Ulteriori informazioni.

Impostazioni
meteoblue

Il pannello superiore mostra le previsioni per l'indice di qualità dell'aria comune (CAQI) utilizzato in Europa dal 2006. Si tratta di un numero su una scala da 1 a 100, in cui un valore basso (colori verdi) indica una buona qualità dell'aria e un valore elevato ( colori rossi) significa bassa qualità dell'aria. La codifica a colori CAQI viene utilizzata in tutti i pannelli di previsione dell'inquinamento atmosferico del meteogramma per indicare il livello di inquinamento. Per la previsione del polline, non ci sono linee di guida ufficiali per la codifica a colori, in quanto il polline non fa parte delle previsioni dell'Indice di qualità dell'aria. L'indice di qualità dell'aria è definito separatamente vicino alle strade ("roadside" index) o lontano dalle strade (indice "background"). meteoblue usa l'indice di sfondo, perché i modelli meteorologici non possono riprodurre differenze su piccola scala lungo le strade. Pertanto, le misurazioni lungo le strade mostreranno valori più alti di quanto previsto qui.

Il secondo pannello mostra le previsioni delle particelle (particelle del deserto e polvere) per San Gallo. Le particelle atmosferiche (PM) sono materiali solidi o liquidi microscopici sospesi nell'aria. Le fonti di particolato possono essere naturali o antropogeniche. La salute pubblica è particolarmente preoccupata per le particelle sufficientemente piccole da poter essere inalate nelle parti più profonde dei polmoni. Queste particelle hanno un diametro inferiore a ~10 micron (circa 1/7 dello spessore di un capello umano) e sono definite come PM10. Sono una miscela di materiali che possono includere fumo, fuliggine, polvere, sale, acidi e metalli. Il particolato si forma anche quando i gas emessi dai veicoli a motore e dalle industrie subiscono reazioni chimiche nell'atmosfera. Il PM10 è visibile ad occhio nudo come nebbia, che noi consideriamo smog. PM10 sono tra gli inquinanti atmosferici più dannosi.

  • PM10 può aumentare il numero e la gravità degli attacchi di asma
  • PM10 causa o aggrava la bronchite e altre malattie polmonari
  • PM10 riduce la capacità del corpo di combattere le infezioni

PM10 include particelle fini trattate come PM2,5, che sono particelle fini con un diametro di 2,5 μm o meno. L'impatto maggiore dell'inquinamento atmosferico da particolato sulla salute pubblica è da intendersi per esposizione a lungo termine a PM2.5:

  • PM2.5 aumenta il rischio di mortalità specifico per età, in particolare per cause cardiovascolari [ 4]

Desert Dust consiste in particelle più piccole di 62 μm originate nei deserti. Spesso, le particelle di polvere sono piccole, portando ad alte concentrazioni di PM10 e PM2.5 e tutti gli impatti sulla salute correlati.

L'inquinamento da ozono (O₃) nella bassa troposfera è causato principalmente nelle aree urbane. L'ozono puo' farlo:

  • Rendere più difficile respirare profondamente e vigorosamente
  • Causa mancanza di respiro e dolore quando si respira profondamente
  • Causa tosse e mal di gola
  • Infettare e danneggiare le vie aeree
  • Peggiorano le malattie polmonari come l'asma, Enfisema e bronchite cronica
  • Aumentare la frequenza degli attacchi di asma
  • Rendere i polmoni più suscettibili di infezione
  • Continuare a danneggiare i polmoni anche quando i sintomi sono scomparsi
  • Causando la broncopneumopatia polmonare ostruttiva cronica (BPCO)
.

Il biossido di zolfo (SO₂) è un gas invisibile e dall'odore sgradevole. Reagisce facilmente con altre sostanze per formare composti nocivi, come acido solforico, acido solforoso e particelle di solfato.

  • L'esposizione di breve durata a SO₂ può danneggiare il sistema respiratorio umano e rendere difficile la respirazione.
  • SO₂ e altri ossidi di zolfo possono contribuire alle piogge acide, che possono danneggiare gli ecosistemi sensibili.
  • I bambini, gli anziani e gli asmatici sono particolarmente sensibili agli effetti di SO₂.

Il biossido di azoto (NO₂) è un gas bruno rossastro con un caratteristico, forte odore ed è un importante inquinante atmosferico. La principale fonte di biossido di azoto è la combustione di combustibili fossili: carbone, petrolio e gas. La maggior parte del biossido di azoto nelle città proviene dai gas di scarico dei veicoli a motore. Il biossido di azoto è un importante inquinante atmosferico perché contribuisce alla formazione di ozono, che può avere impatti significativi sulla salute umana.

  • NO₂ infiamma il rivestimento dei polmoni e può ridurre l'immunità alle infezioni polmonari
  • NO₂ causa problemi come dispnea, tosse, raffreddore, influenza e bronchite

Per l'Europa, il meteogramma dell'inquinamento atmosferico includi un quarto pannello, che mostra la previsione del polline per San Gallo.

Il polline di betulla è uno degli allergeni più diffusi nell'aria durante la primavera, o più tardi nell'anno a latitudini più elevate. Mentre gli alberi sbocciano, rilasciano piccoli grani di polline che vengono dispersi dal vento. Un singolo albero di betulla può produrre fino a cinque milioni di granuli di polline. Il polline è disperso dalle correnti d'aria e può essere trasportato su grandi distanze. Mostriamo quindi la previsione del polline sovrapposta alla velocità del vento di 10 m.

Il polline dell'erba è il principale fattore scatenante delle allergie ai pollini durante i mesi estivi. Causa alcuni dei sintomi più gravi e difficili da trattare. Nei climi umidi, la stagione dei pollini di erba dura diversi mesi. Nei climi più secchi, la stagione dei pollini di graminacee è significativamente più breve, così come la stagione dei pollini di betulla e ulivo.

Le precipitazioni possono pulire l'aria dal polline, ma se è associata ai temporali, i forti venti inizialmente aumentano la concentrazione di polline.

Aviso

Né la Commissione Europea, né ECMWF, né meteoblue sono responsabili per qualsiasi uso che possa essere fatto delle informazioni di previsione presentate qui. I pronostici vengono emessi da un modello atmosferico con una risoluzione di 12 km. Le uscite potrebbero non essere correlate abbastanza con le concentrazioni reali. Si prega di consultare la propria agenzia di qualità dell'aria locale, in particolare in caso di picco di inquinamento o allarme di inquinamento.